Alcune domande per scoprire PeerTube...

(Clicca sulle domande per scoprire le risposte)

Presentazione di PeerTube

Cos'è PeerTube?

PeerTube è un software che si può installare su un web server. Permette di creare una piattaforma web di video sharing, il tuo "Youtube artigianale"

La differenza con YouTube è che PeerTube non è progettato per creare un'immensa piattaforma con i video di tutto il mondo in solo posto (che costerebbe orribilmente caro).

Al contrario, l'idea di PeerTube è quella di creare una rete di numerose piccole piattaforme di video sharing.

I tre principali vantaggi di PeerTube.

PeerTube è unico perchè (per quanto sappiamo) è l'unica piattaforma di video sharing che abbia tre vantaggi:

  1. Un codice aperto (trasparenza) con una licenza libera (sviluppo etico rispettoso e incentrato su una comunità);
  2. Una federazione di piattaforme interconnesse (così c'è una scelta piu ampia per la visione dei video in ogni piattaforma)
  3. Trasmissione e dunque visualizzazione peer-to-peer (così non c'è rallentamento quando un video diventa virale).

Queste tre caratteristiche messe insieme permettono di rendere facile la creazione di una piattaforma di video sharing che sia pratica, etica e divertente per gli utilizzatori.

Perchè è meglio che sia un software libero ?

Perchè il software libero rispetta le nostre libertà fondamentali e dà garanzie con una licenza (in inglese), che è un contratto ufficiale.

Concretamente, questo significa che:

  • PeerTube è fornito gratuitamente , non c'è bisogno di pagare per installarlo sul tuo server;
  • Possiamo vedere cosa c'è sotto a PeerTube (il suo codice sorgente): è verificabile, trasparente;
  • Il suo sviluppo è basato su una comunità, può essere migliorato con il contributo di tutti.

Qual è l'interesse nel federare i fornitori di hosting?

YouTube e le altre grande piattaforme di video sharing hanno il vantaggio di avere un immenso catalogo di video: da tutorial sul lavoro a maglia a costruzioni con Minecraft passando per i video di gatti o delle vacanze... si può trovare di tutto!

Più il catalogo è diversificato, più c'è gente interessata, più sono i video caricati... però conservare video da tutto il mondo costa (molto, molto) caro!

Se la piattaforma di video sharing Lavoro a maglia-PeerTube diventa amica con Gattini-PeerTube e Framatube, si potranno vedere i video degli altri direttamente sul proprio sito. I costi si riducono ma il servizio per gli utenti di Internet rimane pratico e completo.

Il protocollo della federazione di PeerTube rimarrà flessibile (tutti potranno scegliere le piattaforme "amiche"), e sarà basato suActivityPub . Questo apre la possibilità di connettersi con servizi come Mastodon o MediaGoblin.

Perche PeerTube utilizza il peer-to-peer per la trasmissione di video ?

Quando ospiti sul tuo server un file di grandi dimensioni come un video, la più grande paura è il successo: se il video diventa virale ed è guardato da molta gente allo stesso momento, il server può facilmente scovraccaricarsi!

La trasmissione peer-to-peer, grazie al protocollo WebRTC, permette che gli utenti di Internet che stanno guardando lo stesso video allo stesso momento si trasmettano parti del file, riducendo il carico del server.

Non devi fare niente: il tuo browser lo fa in automatico. Se usi lo smartphone o se la tua connessione non permette il peer-to-peer (router, firewall, ecc.), la funzionalità rimane spenta per passare al protocollo "classico" 😉

Per chi sa come gestire un server, PeerTube è ...

È un software che installi sul tuo server per creare un sito web dove i video sono ospitati e trasmessi... In sostanza ti crei il tuo "YouTube artigianale"!

Esistono già dei software liberi che ti permettono di fare questo. Ma con PeerTube puoi collegare la tua istanza (il tuo sito web video) con l'istanza PeerTube di Zaïd (dove ospita video di lezioni per la sua università popolare), con quella di Catherin (che ospita i suoi video di webmedia) e perfino con l'istanza PeerTube di Solar (che gestisce un collettivo di video maker).

Ma PeerTube non centralizza, federa Grazie al protocollo ActivityPub (usato anche dalla federazione Mastodon, un'alternativa libera a Twitter), PeerTube può federare diverse piccole piattaforme di video sharing che così non devono comprare migliaia di hard disk per ospitare i video di tutto il mondo.

Di conseguenza, sul tuo sito PeerTube il pubblico potrà vedere non solo i tuoi video, ma anche quelli delle istanze di Zaïd, Catherin o Solar... senza dover ospitare i loro video sul tuo sito PeerTube. Questa diversità nel catalogo video lo rende molto attraente. Una scelta così ampia e diversificata è quello che spiega il successo di piattaforme centralizzate come YouTube.

La federazione offre un altro vantaggio: ognuno diventa independente. Zaïd, Catherin, Solar e tu stesso potete definire ciascuno le proprie regole, i propri Termini di Servizio (per esempio, uno può immaginare un MiaoTube dove i video sui cani sono severamente proibiti 😉).

Per chi vuole caricare i propri video, PeerTube permette...

Permette di scegliere la piattaforma più adatta a te. Gli eccessi di YouTube sono un buon esempio: il suo gestore della piattaforma, Google/Alphabet, può imporre il suo "Robocopyright" (il ContentID system) o i suoi strumenti per indicizzare, raccomandare e mettere in evidenza i video; e questi strumenti sembrano sia scorretti che oscuri. Ti spinge perfino a concedergli gratis un esteso copyright sui tuoi video !

Con PeerTube, puoi scegliere la piattaforma dei tuoi video a seconda dei suoi termini di servizio, della sua politica di moderazione, delle sue scelte di federazione… Visto che non hai di fronte a te un gigante di internet, se hai un problema, un bisogno o qualche cosa da chiedere, puoi discuterne col gestore della tua piattaforma.

L'altro grande vantaggio di PeerTube è che il gestore della tua piattaforma non deve temere l'improvviso successo di uno dei tuoi video. Infatti, PeerTube trasmette i video con il protocollo WebTorrent. Se centinaia di persone stanno guardando il tuo video nello stesso momento, i loro browser automaticamente invieranno parti del tuo video agli altri spettatori .

Prima di questa trasmissione peer-to-peer, i video maker di successo (o i video che fanno tendenza) erano condannati ad essere ospitati da giganti del web la cui infrastruttura poteva gestire milioni di visioni simultanee... O a pagare molto cara una piattaforma video indipendente che potesse gestire questo carico.

Per chi vuole vedere i video, PeerTube può offrire...

Uno dei vantaggi è che tu diventi parte attiva della trasmissione dei video che stai guardando. Se altre persone stanno guardando contemporaneamente a te un video di PeerTube, fino a quando la scheda rimane aperta, il tuo browser condivide parti di quel video e tu partecipi a un utilizzo più sano di Internet.

Naturalmente, il lettore video di PeerTube si adatta alla tua situazione: se la tua installazione non permette la riproduzione peer-to-peer (rete aziendale, browser con problemi ecc...) la riproduzione del video può essere fatta nel modo classico.

Ma soprattutto, PeerTube ti tratta come una persona, non come un prodotto che deve tracciare, profilare e rinchiudere nel circolo dei video per vendere meglio il tempo disponibile del tuo cervello. Perciò il codice sorgente (la ricetta) del programma PeerTube è aperta e rende il suo funzionamento trasparente.

PeerTube non è solo open-source: è libero (come in libertà di parola). > La sua licenza libera garantisce le nostre libertà fondamentali come utenti. È questo rispetto per le nostre libertà che consente a Framasoft di invitarvi a contribuire a questo software, e molti sviluppi (sistema di commenti innovativi, ecc.) sono già stati suggeriti da alcuni di voi.

Lo scopo di PeerTube è quello di sostituire YouTube?

Possiamo rispondere con sicurezza: no!

Nel marzo 2018 PeerTube ha rilasciato la sua versione beta pubblicamente utilizzabile. Diversi collettivi hanno installato le prime istanze, creando così le basi della federazione.

But this is just the beginning, PeerTube is not (yet) perfect, and many features are missing. But we intend to keep improving it day after day.

Il mese di marzo 2018 rappresenta perciò la nascita della federazione di PeerTube: più il software verrà usato e sostenuto, maggiore sarà il numero delle persone che lo userà e che darà il suo contributo e più velocemente si trasformerà in una reale alternativa alle piattaforme come YouTube.

Tuttavia, l'ambizione resta quella di essere un'alternativa libera e cecentrata: l'obiettivo di un'alternativa non è quello di sostituire, ma quello di proporre qualcosa d'altro, con valori differenti, parallelamente a quello che già esiste.

Creazione e contenuto

Se è libero, possiamo caricare materiale illegale?

Essere liberi non significa essere al di sopra della legge! Ogni provider di hosting PeerTube può decidere le proprie condizioni generali di utilizzo, rispettando le leggi locali.

Ad esempio, in Francia, il contenuto discriminatorio è proibito e potrebbe essere denunciato alle autorità . PeerTube consente agli utenti di segnalare video problematici e ogni amministratore deve quindi applicare la propria moderazione in conformità con i termini e le condizioni di utilizzo e la legge.

Il sistema di federazione, da parte sua, consente agli host di decidere con chi desiderano connettersi, a seconda del tipo di contenuto o delle politiche di moderazione degli altri.

Chi è responsabile per i contenuti pubblicati su PeerTube?

PeerTube non è un sito web: è un software che permette a un fornitore di hosting (per esempio Dominique) di creare un sito web di video (chiamiamolo Dominique Tube).

Ora immagina che Camille abbia creato un account su DominiqueTube e carichi un video illegale, perché questo video utilizza la musica creata da Solal.

Solal va su Framatube, un'istanza che segue DominiqueTube. Quindi, Solal può vedere, da Framatube, i video pubblicati su DominiqueTube.

Solal vede il video illegale di Camille e lo segnala con il pulsante fornito a tale scopo. Sebbene il rapporto sia fatto da Framatube, viene inviato direttamente alla persona che ospita il contenuto illegale, Dominique.

Da quel momento in poi, Dominique è responsabile, perché sono avvertiti che stanno ospitando un video illegale. Spetta quindi a loro agire se non vogliono essere ritenuti responsabili davanti alla legge.

Quindi Dominique e Solal possono rivalersi su Camille, che ha caricato il video.

Qual è la politica di remunerazione di PeerTube?

OrderedDict ([('Non esiste, non al momento', 'PeerTube è uno strumento che volevamo neutro in termini di remunerazione.')])

Per ora, la soluzione proposta alle persone che caricano video consiste nell'utilizzare il pulsante "supporto" sotto il video. Questo pulsante mostra una cornice in cui le persone che caricano video possono visualizzare liberamente testo, immagini e collegamenti. Ad esempio, è possibile inserire un collegamento a Patreon, Tipeee, Paypal, Liberapay (o qualsiasi altra soluzione) lì. Altri esempi: inserisci un indirizzo postale se desideri ricevere biglietti di ringraziamento cartacei, concordare con uno sponsor l'inserimento del logo della sua azienda, un link per supportare un'organizzazione non-profit ...

Non siamo andati oltre perché favorire una soluzione tecnica sarebbe imporre, nel codice, una visione politica della condivisione culturale e del suo finanziamento. Tutte le soluzioni finanziarie sono possibili e trattate allo stesso modo in PeerTube.

Tuttavia, sono attesi molti miglioramenti di PeerTube ... compresi quelli che ti consentono di creare (e scegliere) gli strumenti di monetizzazione che ti interessano!

Tuttavia, vale la pena ricordare che la stragrande maggioranza dei video pubblicati su Internet (e anche su YouTube) sono condivisi per scopi non di mercato: la remunerazione è uno strumento, ma non necessariamente uno scopo principale o essenziale.

Dove posso inserire i miei video?

Devi trovare un'istanza di hosting PeerTube di cui ti fidi.

C'è un elenco di istanze completo qui e un elenco di quelli che sono aperti alla registrazione qui.

Quindi, ti consigliamo di andare alle istanze, leggere la loro pagina "about" per scoprire le loro condizioni d'uso (limite di spazio del disco per utente, politica del contenuto, ecc.).

È meglio contattare e parlare direttamente con i provider di hosting, per capire il loro modello di business, visione, ecc. Perché solo tu puoi decidere per quali ragioni ti fidi di un provider e quindi affidargli i tuoi video.

There are many porn videos on PeerTube!

No. In October 2018, on an average instance federating with ~200 instances and indexing ~16000 videos, only ~200 videos are tagged as NSFW (i. e. the content is sensitive, which could be something else than pornography). Therefore, they represent only ~1% of all the videos.

Moreover, each administrator decides with which instances he wants to federate: he has the full control of the content he wants to display on his instance. It's up to him to choose the policy regarding this kind of videos. He can decide to:

  • Display them
  • Blur the title and thumbnail
  • Hide them

By default, this configuration is set to "Hide them". If some administrators decide to display them with a blur filter for example, it's their choice.

Finally, any user can override this configuration, and decides if he want to display, blur or hide these videos for himself.

PeerTube is just a software: it's not Framasoft (non-profit that develops PeerTube) that's responsible for the content published on some instances.

It's up to everyone to be responsible: parents, visitors, uploaders, PeerTube administrators to respect the law and avoid any problematic situations.

Discutere sul nostro forum

Domande tecniche

Come installo PeerTube?

La guida all'installazione è qui (solo in inglese, per il momento).

Raccomandiamo di non installare PeerTube su hardware di fascia bassa o dietro una connessione debole (ad esempio, su un RaspberryPi con una connessione ADSL): questo potrebbe rallentare tutte le istanze federate.

Non disturbare lo sviluppatore per aiutarti a installare la tua istanza: abbiamo un forum di supporto per questo.

PeerTube v1.0 non mi sembra contenere tutti gli strumenti necessari per una buona gestione della mia istanza.

"È oltraggioso e da incoscienti: stai rilasciando la versione 1 di PeerTube quando non contiene gli strumenti necessari per gestire efficacemente i video rivendicati dai titolari dei diritti, o per gestire efficacemente il problema delle molestie online nei commenti, o per gestire in modo efficace la monetizzazione attraverso la pubblicità o (inserire qui la tua richiesta a PeerTube). Non funzionerà mai! Cosa intendi fare al riguardo?"

Hai ragione. PeerTube 1.0 non è lo strumento perfetto, siamo ancora lontani. E non abbiamo mai promesso che questa versione 1.0 sarebbe stata uno strumento che includesse tutte le funzionalità adatte a tutti i casi.

PeerTube 1.0 è la realizzazione dell'impegno preso nell'ottobre 2017 per portare PeerTube da una versione alpha (progetto personale e prova del concetto che una piattaforma video federata potrebbe funzionare) ad una versione 1.0 nell'ottobre 2018 (che non significa "versione finale", ma "versione considerata stabile e distribuibile").

Ricorda che PeerTube ha solo uno (quasi) sviluppatore a tempo pieno e una piccola manciata di volontari molto coinvolti. Non è un prodotto sviluppato da una start-up con un team a tempo pieno (dev, design, UX, marketing, supporto, ecc.) E un significativo supporto finanziario. È un software libero della Comunità, il cui sviluppo continuerà nel corso dei mesi e, speriamo, negli anni a venire.

Siamo ben consapevoli delle carenze di PeerTube 1.0, specialmente nell'area degli strumenti di moderazione (video, commenti, ecc.). E intendiamo lavorare su queste debolezze.

Abbiamo scelto di farlo come segue: da un lato lavoreremo principalmente nei prossimi mesi per migliorare questi strumenti all'interno di PeerTube stesso (nel core del software). D'altra parte, focalizzeremo, parallelamente, gran parte degli sforzi di sviluppo di PeerTube nel 2019 sull'integrazione di un sistema di plugin, che può essere sviluppato dalle comunità.

In effetti, non pretendiamo di avere la scienza alle spalle e di sapere come gestire al meglio ciascuno degli strumenti a seconda dei bisogni. Ad esempio: per quanto riguarda la questione delle richieste DMCA, i casi variano a seconda delle giurisdizioni geografiche (la legge europea è diversa dalla legge francese, a sua volta diversa dalla legge canadese, a sua volta diversa dalla legge americana, ecc.). Per quanto riguarda gli strumenti per moderare i commenti, anche in questo caso, non possiamo definirci noi stessi esperti dell'argomento, perché semplicemente non è così.  

Agendo sia sul core, ma anche consentendo lo sviluppo di plugin, riteniamo che PeerTube, a lungo termine, sarà in grado di rispondere molto meglio a questi problemi e permetterà a diverse comunità di adattare PeerTube ai propri bisogni

Stiamo lavorando il più rapidamente possibile per migliorare PeerTube, ma lo stiamo facendo con le risorse che abbiamo, il che significa molto limitate.

Nel frattempo, come utente se ritieni che PeerTube 1.0 non soddisfi le tue esigenze attuali, è semplice: non usarlo per il momento :) (ti ricordiamo che non facciamo soldi con lo sviluppo di PeerTube, e se noi ovviamente speriamo nel suo successo, la sopravvivenza della nostra associazione non dipende da esso).

Come amministratore, se hai paura delle richieste DMCA, c'è un'opzione per limitare l'apertura delle registrazioni alle persone che conosci. Sarai quindi in grado di riaprire le registrazioni senza verifica una volta integrati questi strumenti di verifica o se li hai sviluppati.

Come posso contribuire al codice di PeerTube?

Il repository Git di PeerTube è qui .

Puoi creare una issue, contribuire ad essa, o anche iniziare a contribuire scegliendo problemi facili per chi inizia.

Se vuoi dare una mano in un altro modo, o se vuoi richiedere una funzione, vieni a discuterne nel nostro forum dei contributi

Perché PeerTube utilizza il protocollo di federazione ActivityPub? Perché non IPFS/d.tube/Steemit?

PeerTube utilizza ActivityPub perché questo protocollo di federazione è raccomandato dal W3C ed è già utilizzato dal social network federato Mastodon.

IPFS è una grande tecnologia, ma sembra ancora molto (troppo!) giovane per lo streaming su larga scala di file di grandi dimensioni.

Dopo averlo discusso sul nostro forum, riteniamo che d.tube non sia gratuito o open source, perché pubblicare solo codice compilato limita la libertà di modifica.

D.tube è basato su Steem per "remunerazione", è una scelta, ma Steem è ampiamente criticato come altamente centralizzato , e sospettosamente assomiglia a un sistema Ponzi .

PeerTube è gratuito, decentralizzato, distribuito e non impone alcun modello di remunerazione. Questa è la scelta che abbiamo fatto, che è discutibile, e altri (come d.tube) hanno fatto altre scelte, che hanno i loro vantaggi. Quindi spetta a te vedere cosa si adatta alle tue esigenze.